lunedì 22 settembre 2014

Pane al pomodoro






Riprendere con le ricette, riprendere col blog, riprendere le abitudini... faccio un po fatica, so che mi riprenderò, è solo questione di tempo, per ora il blog sarà un diario, ci sono ricette che non voglio dimenticare, ci sono amici che non voglio allontanare. Le ricette basta scriverle, con gli amici bisogna farsi vivi, esserci. Ecco, ci sono. Così, acciaccata, ma ci sono. 




Ispirazione dal libro " Come si fa il pane" di Emmanuel Hadjiandreu

Farina 0 g 400
Farina di farro integrale g 110
Sale g 10
Santoreggia fresca 1 cucchiaio
Semi di papavero 1 cucchiaio
Acqua g 330
Salsa di pomodoro g 40
Lievito madre g 65
Olio evo 2 cucchiai



Trita la santoreggia e versa in una ciotola piccola. Pesa le farine 
ed il sale, mescola ai semi di papavero ed alla santoreggia. In una ciotola più grande sciogli il lievito con l’acqua, unisci la salsa di pomodoro e l’olio ed emulsiona bene il tutto. Ora aggiungi gli ingredienti secchi della ciotola piccola e amalgama sommariamente. Copri e fai riposare 10 minuti. Passato il tempo, fai un giro di “pieghe in ciotola”, cioè prendi un lembo di impasto dal bordo, tiralo e portalo al centro, premi e prosegui fino a fare tutto il giro, poi copri e ripeti per altre 3 volte a distanza di 10 minuti. Dopo l’ultimo giro di pieghe lascia riposare coperto per 1 ora. Forma, su una superficie leggermente infarinata, dei filoni che porrai a lievitare in un cestino foderato con un canovaccio ben infarinato fino al raddoppio. Inforna a 230°, modalità statico per 10 minuti, poi abbassa a 200° e cuoci per altri 30 minuti o fino a che, bussando sul fondo del pane, non sentirai un suono vuoto.


Porto questo pane alla raccolta n. #21 di Panissimo
 ideata da Sandra, di Sono io Sandra e da Barbara di   Bread & Companatico 
   che per settembre trovate da Sandra 



Foto di Valentina







giovedì 11 settembre 2014

Crudo di gambero viola






Forse non è una ricetta visto che non dovrai cuocere niente, però è una gioia per gli occhi e per il palato. Si prepara velocemente, con pochi ingredienti ed il risultato è davvero appagante! Ti serviranno, per ogni persona, di 80/100 g di gamberi, una fetta di avocado, 2 fragole, semi di papavero, ottimo olio d’oliva,un pizzico di sale. Ricava sottili fette dalle code di gambero, disponile nel piatto. Sbuccia l’avocado e taglia la polpa a dadini minuscoli, fai lo stesso con la metà delle fragole, poni in una ciotola, aggiungi il sale ed un giro d’olio. Al momento di servire, mescola la frutta e aggiungila ai gamberi. Decora con semi di papavero, una fragola disposta a ventaglio e condisci i gamberi con un filo d’olio. La qualità degli ingredienti determinerà la bontà del piatto, il pesce consumato crudo deve essere  eccellente. In questo caso io ho usato gamberi viola di sicilia, olio delicato pugliese, fragole del trentino.






Foto di Valentina