sabato 21 dicembre 2013

Il pandoro





Il Pandoro di Rolando Morandin 

E' il mio primo pandoro. Fino ad un mese fa non avevo lo stampo, ed ero giustificata.
Non ho lo stampo, non posso fare il pandoro, semplice.
Poi, in un impeto di coraggio, o forse di incoscienza? ho preso lo stampo.
E ora viene il bello : che ricetta fare?  ..no, non ancora... non sono pronta..
e se il pandoro mi fa penare quanto il panettone?
Perché mica è stata una passeggiata imparare il panettone, eh!

..oh... sono stata graziata, credo.


La ricetta viene dal blog di Martina : me ne sono innamorata appena l'ho visto.
Martina non è entusiasta del sapore del pandoro fatto in casa, io lo adoro,
 l'ho fatto assaggiare  a tutta la famiglia ed il giudizio unanime è stato,
 per dirla con le parole di mia mamma 
" l'é de tutte e bontà!"

Ingredienti per il primo impasto

Farina per panettone g 200
Zucchero g 88
Acqua g 80
Tuorli g 125
Lievito madre g 100
Burro g 100

Idrata lo zucchero con 50 g di acqua. Versa nella ciotola dell'impastatrice i tuorli, il lievito
e uno spolvero di farina, monta la frusta a foglia e sciogli il lievito, unisci ora lo zucchero
sciolto nell'acqua e la farina. Lavora lentamente cercando di avere sempre un impasto coeso.
Incorpora il burro in tre riprese. Se il tuo impasto lo richiede unisci i 30 g di acqua rimanenti.
Metti l'impasto a riposare in un contenitore in cui possa triplicare a 24°, per almeno 12/14 ore.
Prepara una crema pasticcera soda come fai di solito e riserva  per il secondo impasto.

Ingredienti secondo impasto

Tutto il primo impasto
Farina per panettoni g 100
Crema pasticcera g 50

Assembla tutti gli ingredienti seguenti in una emulsione

Burro g 85
Burro di cacao g 15
Tuorli g 25
Miele di acacia g 20
Zucchero g 20
Sale g 6
Semi di 1 bacca di vaniglia

Ammorbidisci il burro con il burro di cacao nel microonde, unisci tutti gli altri ingredienti
e sbatti con un cucchiaio finché amalgamati. Metti nella ciotola dell'impastatrice l'impasto
della sera prima, monta il gancio e riporta ad incordatura lavorando a bassa velocità.
Unisci i due terzi della farina, lavora finché ben incorporata. Ora procedi con l'immissione
di un cucchiaino di emulsione ed un cucchiaino di farina fino ad esaurire gli ingredienti.
Non inserire il successivo finché il precedente non è stato assorbito.Porta ad incordatura.
Trasferisci l'impasto su spiano imburrato, arrotonda , copri e lascia riposare un'ora.
Arrotonda nuovamente e poni in stampo ben imburrato con la chiusura in basso.
Fai lievitare a 24° fino a che arriva al bordo dello stampo.
Inforna a 170° statico per 50/55 minuti. Se non hai un termometro verifica la cottura
inserendo uno spaghetto al centro , dovrà uscire asciutto. Sforma appena lo stampo
si intiepidisce, fai raffreddare completamente e , se ci riesci, attendi qualche giorno
prima di consumarlo. Si conserva a lungo in sacchetti per alimenti spruzzati d'alcool.




Foto di Valentina









SHARE:

28 commenti

  1. Ė perfetto, complimenti penso ne sia valsa la pena,no,brava e buon sabato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, certamente ne è valsa la pena :)
      Grazie Paola, un bacio

      Elimina
  2. Brava Sandra è stupendo...che dire hai superato te stessa e tesoro tanti cari auguri per un felice Natale,
    Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imma...sei sempre carinissima :*
      Tanti cari auguri a te ♥

      Elimina
  3. que aspecto delicioso :) complimenti davvero!

    RispondiElimina
  4. Sandra, il tuo primo pandoro è uno spettacolo! Chissà il secondo e il terzo!
    Bravissima e buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so come saranno , ma stai certa che li farò, troppo buono questo pandoro :)
      Buon weekend, Silvia :*

      Elimina
  5. E come poteva venire male i Pandoro a te che sei così brava con i lievitati? Ti faccio i miei complimenti perchè trovo che il pandoro sia molto più complicato del panettone. Ti è venuto benissimo. Un abbracico e buon week end cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terry, poteva, altrochè se poteva :)..ma non è andata così per fortuna!
      Guarda, io non saprei scegliere..direi tutti e due complicati ^ ^
      Bacioni Terry ♥

      Elimina
  6. E' perfetto!!!! Brava davvero!
    L'ho fatto anch'io ma senza lo stampo giusto ha perso molto!
    Ti faccio i miei complimenti e colgo l'occasione per augurare a te e ai tuoi cari buon Natale! :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emanuela, lo stampo è necessario...mi sono abbondantemente informata sull'argomento prima di partire e lo stampo ha il suo perché...però, per far pratica, si può anche senza, eh!
      Un bacio, cara, e tanti affettuosi auguri a te e famiglia :*

      Elimina
  7. Risposte
    1. Siii... e profumato, scioglievole....buono buono! ^ ^

      Elimina
  8. Eh no.....tu non mi puoi far vedere questa meraviglia e scrivere farina per panettone!
    Che farina e'? La Manitoba?
    Brava,molto brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria, si manitoba ! e la più "forte" che riesci a trovare, io ho usato la Loconte .
      E' che detesto scrivere w 360/380 :) lo so è un capriccio,ma nessuna farina che si trovi al supermercato riporta questi dati ed io uso farine che più o meno tutti possono reperire...
      Grazie, un bacio

      Elimina
  9. Sandraaaaaaaaaaaaaaaaaa <3 Come stai? Finalmente riesco a passare... uff... è un periodo che non riesco a seguire tutto ma ti penso! <3 Questo pandoro è stupendo, immagino la bontà... il profumo, la morbidezza... complimenti! Pensa che ho lo stampo da un bel po' ma non ho ancora provato... devo superare il timore! Conto di postare nei prossimi giorni ma se non dovessimo leggerci ti auguro fin d'ora delle feste serene e felici in compagnia di chi ami <3 Buon Natale, amica mia, ti abbraccio con tanto affetto :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale, tesoro mio ♥ dai buttati, vedrai che ce la fai, ne sono certa, tu hai la pasticceria nel dna :) non lasciare quello stampo inutilizzato!
      Ricambio i tuoi auguri con affetto ,amica cara, passa un Natale di gioia!

      Elimina
  10. Il pandoro è stra-bellissimo e si vede lontano un chilometro che è buono :)
    Brava!
    Lorella (scrivendo con il tablet esce l'account di Giorgia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..troppo tecnologica .. ^ ^
      Lorella, un struccon ♥

      Elimina
  11. Sandra per cause di forza maggiore non son riuscita a seguire tutto il tuo calendario, ma oggi, il giorno del compleanno della mia mamma, vedo un Pandoro da manuale.
    Bravissima, ha un'aria molto appetitosa...chissà se un giorno riuscirò mai a farne uno!
    Ti abbraccio forte e chiaro :)
    Lou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auguri mamma-Lou!!
      Tu riuscirai, Lou. Ci vuole pazienza, un sacco e una sporta. Ma tu riuscirai.
      E sappi che mi spiace la tua delusione, porca l'oca!
      Luo , ma sai che il naan tuo è una favola? Non smettevo più di mangiarlo!
      Lo rifaccio e ti mando la foto, però più in là, 'sti giorni lavoro, ma più in là te la mando , promesso!

      Elimina
  12. Perfetto!!!questa me la segno,in attesa che Babbo Natale mi regali lo stampo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lo stampo ci vuole! ..sentito , Babbo natale ? ^ ^

      Elimina
  13. È una meraviglia sofficissima!

    RispondiElimina

Leggo con gioia i vostri commenti , siete in tanti a farmi visita tutti i giorni e anche se lo fate in silenzio la cosa mi fa ugualmente piacere,grazie ♥

© dolce forno. All rights reserved.
Blogger Templates by pipdig